Milanese DOC ma non troppo. Q.B.

Una vita nell’ambito della cosmesi di lusso in qualità di responsabile della formazione mi ha fatto crescere a contatto con la bellezza e la comunicazione visiva. La fotografia però c’era da prima.

La mia prima fotocamera a 8 anni, una Kodak Instamatic 230. Mio padre, appassionato di fotografia, fu il mio primo maestro. Dopo anni di analogico l’approdo al digitale ed al fotoritocco hanno dato una svolta al mio modo di interpretare quello che vedevo. Il mio piccolo mondo ridisegnato, luminoso e perfetto ai miei occhi. E i ritratti che diventavano nuova materia da reinterpretare in chiave onirica o fashion.

Nel 2016 questo passione si è concretizzata nel progetto INTERMODO con uno studio, un team, un luogo di creatività.

 

Made in Milan, Italy.

The fact of being in cosmetics for a lifetime as a training manager allowed me to learn a lot about beauty, marketing, coaching and visual communication. Photography was already there though.

I was given my first Camera – a Kodak Instamatic 230 camera – when I was 8 years old. My father was my first master.  After years with analogic cameras I landed on digital world and photoretouch, and this gave a real “twist” to my way of seeing and interpreting my little world, perfect and redesigned in fron of my eyes. And portraits, which became new “raw” materials to be developed either in oniric or in fashion style.

In 2016 this passion evolved in the INTERMODO project with a Lab&Studio and a team.